Blog: http://steppina.ilcannocchiale.it

una giornata delirante e pettegola

 stamattina sono andata dai macellai della asl di magenta a farmi togliere quei 5 o 6 litri di sangue (due provettine... ma ho paura, quindi mi sembrano 20...)...
mentre aspettavo c'era dentro un bambino che è stato la maggior attrazione dell'ospedale degli ultimi 15 anni credo... continuava ad urlare disperato cose del tipo "smettetelaaaaaaaaa" "nooooooooooooooooo non fatemi maleeeeeeee" "aspetta un attiminooooooooooo" alla fine, dopo circa mezz'ora è uscito bianco cadaverico, con gli occhi cerchiati di rosso e senza più un filo di voce.
sarò stronza ed insensibile ma mi ha fatta sorridere. e anche il ragazzo seduto di fianco a me ghignava, quindi non sono l'unica stronza insensibile...
quando è toccato a me ero nervosissima e ho detto all'infermiera che se avessi avuto la fortuna di capitare dentro assieme al bambino ne sarebbe uscio un bel coretto e mi ha dato il permesso di urlare... ^^
via da lì andiamo a prendere un appuntamento per mia mamma poi a casa.
alle 13.44 salgo sul treno che mi porterà a milano e mi arriva un sms di beu che dice che il treno è in ritardo. il mio treno si ferma 10 minuti a rho. e w trenitalia!!!
arrivo alle 14.29 in duomo e non mi sembra vero di essere in orario. anzi. addirittura con un minuto di anticipo! sto diventando grande! non sono più sempre in ritardo!!! ^______________^
visto che mi aspettano almeno 20 minuti di attesa mi siedo sul marcipiede con gli auricolari e inizio a leggere "la polvere del messico".
ad un certo punto vedo dei piedi che si fermano davanti a me e credo sia il solito scroccatore di sigarette e invece è beu.
andiamo alla fnac e mi sfotte perchè ho preso l'unica digitale al mondo non compatibile con nessuna custodia... e siamo a uno. anzi no. a due. perchè mi sfotte anche perchè ho paura degli esami del sangue...
e lì prendo "veronica decide di morire" su consiglio del mio capo.
via da lì andiamo alla mondadori ma anche lì di custodie che vanno bene nemmeno l'ombra.
andiamo alla feltrinelli (e mi sfotte perchè ero convinta che la mondadori fosse la feltrinelli... ma è uno sfottere lieve. quindi lo considero mezzo. step 0 beu 2 e 1/2)
giriamo un po' e prendo "memorie di una geisha".
iniziamo a camminare e mentre parliamo arriviamo al castello. ma visto che non abbiamo una meta precisa decidiamo di tornare indietro.
*mi ha detto che i capelli non sono così assurdi come vengono descritti*
parla e cammina cammina e parla ci troviamo in san babila.
si torna indietro. ma arrivati di nuovo in duomo decidiamo ce forse è il caso di sederci un po'. andiamo in piazza mercanti e ci mettiamo sulle panchine GELIDE!
stimo lì un po' poi lui che è freddolosissimo propone na sosta al sole. arriviamo ai gradini in duomo e nel frattempo mi racconta del suo pigiama preferito... CON GLI INTERNI DI PELO!!! a quel punto il punteggio diventa stepp 10 beu 2 e 1/2...
per cercare di contenere lo sputtanamento eviterò di dire di che colore è... dovrebbe solo ringraziarmi!^____________________________^
andiamo alla fnac (*) visto che i gradini al sole sono pieni e mi faccio il secondo caffè del pomeriggio.
stiamo eduti un tempo infinito che però vola e ad un certo punto guardo l'ora e sono le 6 e un quarto. cazzo! alle 7 e mezza devo essere al portico con il gilbe la eli e la deb che usciamo a cena!
ci avviamo verso la metro in duomo, ci salutiamo e corro in repubblica.
là trovo una compagna delle medie con cui non parlavo più o meno dal '95... O___o
parliamo un po' poi assisto alla scena più patetica del mondo.
il suo moroso l'ha accompagnata al treno e quando si ssalutano in un tono di voce stridulo iniziano "ciao amorino ciao piccolina ciao tesorino ciao amore vai piano eh? / ma se sono a piedi!!! / e allora stai attento" e io in tutto questo cerco di fuggire il più lontano possibile...
saliamo sul treno e (per fortuna) non troviamo due posti vicini così mi faccio una bella dormita da repubblica fino a rho più o meno. ho un mal di testa che mi sta uccidendo.
in stazione c'è mio fratello che mi aspetta, arrivo a casa, faccio la pipì, bevo un oki e mi vengono a prendere per andare al cacciatore.
mangiamo, facciamo grasse risate, la deb ci regala delle perle irripetibili, il gilbe conosce le palline cinesi. e a mezzanotte mi lasciano sotto casa...

che giornata!!!!!!!!!
da rifare al più presto assolutamente!!!



(*) di fianco a noi c'erano due ragazzini al pc che guardavano su youtube i cori di non so quale squadra di calcio e si facevano prendere a tal punto che ancora un po' ed entravano con la testa nello schermo. rigorosamente con braccio alzato con pugno a rifare i cori... quanto abbiamo riso. sommessamente... ma abbiamo riso. erano troppo idioti!!!

Pubblicato il 11/2/2008 alle 21.12 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web